SEGNALAZIONE IL PROFUMO DEI RICORDI DI CARAVANTE ANNALISA

BIOGRAFIA AUTRICE:

13180985_10209275902156095_406977536_n

Annalisa Caravante è nata a Napoli nel 1977 ed è diplomata in lingue. Ha molteplici interessi, come il disegno e la fotografia artistica, ma ama soprattutto scrivere. Lo fa sin da piccola, quando inventa brevi racconti da leggere alle sorelle e ai piccoli della sua famiglia. Collabora con l’Associazione Licenza Poetica, il blog In Nomine Artis – Il rifugio degli artisti e ha fondato nel 2015 il gruppo facebook U.S.E. (UNIONE SCRITTORI EMERGENTI)

https://www.facebook.com/Annalisa-Caravante-scrittrice-225174157576101/

Pubblicazioni

2011 Il paese degli aghi di pino – CoreBook Editore

2013 L’inverno e la primavera – CoreBook Editore

2014 Canta per me – Arpeggio Libero Editore

2014 Tersa – Arpeggio Libero Editore

2015 Cattivi Pensieri – Lettere Animate Editore

2016 Alma do sol – L’amore e la passione Youcanprint

2016 Il Chrismon e gli angeli caduti – Youcanprint

SINOSSI IL PROFUMO DEI RICORDI:

516-4b5xcpL._SX373_BO1,204,203,200_

Due storie d’amore, due guerre e un diario: Fenni e Carlo, Claudia e il suo amore sconosciuto, in un romanzo di ricordi, di sangue e speranze.

https://www.amazon.it/profumo-dei-ricordi-Annalisa-Caravante-ebook/dp/B01DOTQWDM?ie=UTF8&keywords=ANNALISA%20CARAVANTE&qid=1463550708&ref_=sr_1_1&sr=8-1

CITAZIONE:

Caro mio diario

com’è difficile mettere la vita da parte, ma questi poveri ragazzi, costretti dalla prepotenza umana a uccidere o a morire, hanno bisogno di un contatto con la vita e sebbene noi qui nelle retrovie la nostra l’abbiamo accantonata, la diamo a loro. Una carezza, un bacio innocuo sulla fronte, una stretta di mano, quanto vale per un soldato al fronte! Noi dall’altro lato non possiamo immaginarlo. No, non possiamo, a meno che non andiamo in prima linea; ho sentito dire da un paziente che quando nei lunghi periodi invernali vivono rintanati nei rifugi, dimenticano la guerra e si lasciano andare all’ilarità, ma spesso le risa sfumano nel silenzio, quasi che la tristezza non voglia morire, per preparare il soldato.

Allora, noi siamo qui. Sì, piccolo grande eroe che aspetti nelle trincee, che langui in un letto, che preghi prima di ogni assalto, noi siamo qui.

 

Annunci