RECENSIONE DEL ROMANZO IL SEGRETO DI AMBRISE DI ERCOLE DE ANGELIS

BIOGRAFIA AUTORE:

Ercole de Angelis è nato  nel 1957 a  Castro dei Volsci, una antica cittadina medievale non molto distante da Roma, dove tuttora risiede. Un programmatore di computer, sposato, con due figlie. Scrive e canta canzoni per diletto. Ha scoperto recentemente di avere delle storie da raccontare, poesie da scrivere, pensieri da condividere e lo fa con molto piacere.

SINOSSI: 

Questo libro nasce dalla consapevolezza che il paese dell’autore, Castro dei Volsci, villaggio dalla storia millenaria, nasconde nei suoi vicoli e nelle sue pietre centinaia di racconti e segreti, basta sedersi ad ascoltare il vento e le pietre consunte dal tempo. De Angelis ha immaginato una storia che si dipanasse tra intrighi derivanti dal braccio di ferro tra papato e impero negli scenari del Lazio meridionale, contemporaneamente alla distruzione della fortezza di Castro, nel 1163, da parte di Cristiano di Magonza. L’uomo era arcivescovo al servizio di Federico I Il Barbarossa. L’autore ha anche scelto di parlare ai giovani d’oggi, un testo che narrasse di onore, coraggio, dedizione e fatica. Il protagonista è un giovane contadino, che scoprirà di avere nobili origini e verrà coinvolto suo malgrado in un una questione di vita o di morte; accompagnato nelle sue avventure da un giovane, ribelle e troppo curioso lupo grigio, che diventerà suo inseparabile amico. Filippo, questo è il nome del protagonista, verrà aiutato nel suo cammino dall’adolescenza alla maturità da un vecchio maestro templare, Fra Gregorio, la cui saggezza inciderà su un finale inaspettato. Il libro sarà teatro anche del tenero amore tra Filippo e Lucia, giovane pastorella. Tra le righe del romanzo è nascosto inoltre un segreto, che trae le sue radici oltremare, nel lontano principato di  Antiochia.

ANALISI GRAMMATICALE E STILE:

Scorrevole, vivace e molto piacevole da leggere. Il lettore, a mio avviso, s’immedesimerà  totalmente nella storia e vicende dell’adolescente Filippo.

AMBIENTAZIONE: 

Ambientato nel 1165 nel Lazio meridionale, tra Castrum San Petri (Castro dei Volsci) e il castello di Ambrise (castello di Ambrifi, abbandonato nel 1400). La descrizione delle valli e montagne dei monti Ausoni è fatta con amore e cognizione di causa. L’autore vive a Castro dei Volsci e descrive abilmente le zone.  inoltre la ricostruzione storica è attendibile e frutto di approfondite ricerche.

SVILUPPO DEI PERSONAGGI: 

Ben descritto Filippo, il ragazzino smanioso di diventare cavaliere templare e monaco.  Inoltre ci s’immedesima profondamente nel giovane uomo: religioso, di buon cuore, coraggioso e innamorato della bella pastorella Lucia. Ottimamente delineati anche i protagonisti secondari: Gregorio, il priore del convento di San Benedetto ad Ambrise; Lucia, la pastorella figlia di Malco il pastore; Malco il pastore; Giovanni, il fratello maggiore di Filippo; Cristiano di Magonza, arcivescovo filo imperiale che attacca Castrum San Petri su ordine di Federico I, il Barbarossa.

GIUDIZIO PERSONALE: 

Lo consiglio come lettura a chi fosse interessato ad approfondire una parte della storia medievale. Soprattutto ai giovani, in quanto il protagonista è un ragazzo adolescente, con i suoi dubbi e paure, che desidera rispettare la parola data. È un romanzo che parla di coraggio, onore e dedizione, molto piacevole da leggere!

LINKS PER ACQUISTO: 

https://play.google.com/store/books/details/Ercole_De_Angelis_Il_segreto_di_Ambrise?id=ndyePptOrXoC&feature=search_result#?t=W251bGwsMSwyLDEsImJvb2stbmR5ZVBwdE9yWG9DIl0.

https://www.amazon.it/dp/B009HE9V0U

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=811962

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...